Il tiramisù

Il tiramisù è il dolce italiano più famoso nel mondo: compare in 23 lingue e in tutta Europa è la quinta parola italiana più conosciuta!

Ma da dove viene il tiramisù? Da anni è in corso una diatriba sulle sue origini contese e non chiare, ma le regioni più agguerrite che se ne contendono la paternità sono due.

Veneto

Secondo alcuni, il tiramisù deriverebbe da un antico dolce di Treviso, lo sbatudin, a base di tuorlo d’uovo montato con lo zucchero e destinato a bambini, anziani o ai novelli sposi, dato che era molto nutriente.

Secondo un’altra versione, il tiramisù nasce alla fine degli anni ‘60 a Treviso, nel ristorante Alle Beccherie, dove il pasticciere Roberto “Loly” Linguanotto propose per la prima volta un dolce a base di uova, zucchero, mascarpone, caffè, cacao e savoiardi detto tiramesù, per le proprietà nutrizionali del dolce.

Nel 2013 il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha annunciato di voler avviare la pratica per il riconoscimento della tipicità territoriale del tiramisù come dolce veneto, scatenando le proteste dell’altra regione che lo contende.

Friuli-Venezia Giulia

Secondo altri, infatti, sarebbero i comuni di Tolmezzo (Ud) e di Pieris di San Canzian d’Isonzo (Go) in Friuli-Venezia Giulia ad aver inventato il tiramisù.

Tolmezzo in provincia di Udine rivendica la paternità del dolce in quanto sarebbe stato inventato nel ristorante dell’albergo Roma, la cui proprietaria Norma Pielli – col marito Giuseppe “Beppino” Del Fabbro – serviva il Dolce Torino di pellegrino Artusi, a base di savoiardi, burro, cioccolata, rosso d’uovo, latte. Fu lei a sostituire il mascarpone al burro e a inzuppare i savoiardi nel caffè amaro e fu il marito a scegliere il nome, perché era un dolce che “tirava su”.

Invece, il comune di Pieris di San Canzian d’Isonzo in provincia di Gorizia rivendica l’origine del dolce a partire da Mario Consolo, inventore del Vetturino, un dolce con cioccolato e zabaglione la cui ricetta veniva proposta già dagli anni ‘40 e che fu persino registrata dal notaio. Alla fine della seconda guerra mondiale, pare fu un suo cliente a suggerirgli il nome “tiremesu”.

Insomma, il tiramisù resta conteso anche all’interno delle stesse regioni e non stupisce data la popolarità e bontà di questo dolce semplice ma intramontabile che dagli anni ‘60 e ‘70 ha conquistato cuori e palati in tutto il mondo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *