Panettone

Siamo alla corte di Ludovico il Moro (1480-1499), nella Milano di pieno Rinascimento. Durante il pranzo di Natale, il cuoco di corte dimenticò il dolce in forno, che si carbonizzò.

Allora il giovane sguattero Toni, con quel poco che era rimasto in dispensa (farina, burro, uova, canditi) preparò un nuovo dolce. Ludovico il Moro rimase entusiasta e chiese al cuoco il nome di quella prelibatezza. Il cuoco rispose: “È il pan de Toni”.

Fu così che, secondo la tradizione, nacque il panettone.

Da noi lo trovi di varie misure, con canditi, uvetta o cioccolato, anche senza lattosio!